Mese: Gennaio 2017

Huawei gestirà la fibra di Enel Open Fiber

Huawei gestirà la fibra di Enel Open Fiber

 

Enel Open Fiber ha annunciato di aver stretto un accordo strategico con Huawei per lo sviluppo della rete in fibra ottica che la società italiana sta portando avanti sul territorio italiano. Enel Open Fiber e Huawei avevano già collaborato per il cablaggio della città di Perugia, ma adesso la partnership si estenderà anche ad altre 9 città italiane dove l’azienda cinese fornirà le proprie infrastrutture di rete per la gestione dei link ottici che saranno realizzati in queste località.

 

Trattasi di un’infrastruttura di rete ben nota e già utilizzata da 9 operatori in tutta Europa che permette, nel concreto, di rendere più rapido il controllo di qualità dei servizi di rete, rendendo, così, più rapida la realizzazione del nuovo network in fibra ottica. L’infrastruttura che Huawei implementerà nella rete di Enel Open Fiber permetterà di gestire proattivamente i guasti del network, migliorando l’efficienza e permettendo interessanti risparmi economici. Grazie a questo accordo, Enel Open Fiber potrà guardare con maggiore serenità al suo progetto potendo contare sull’appoggio di Huawei che in 9 città fornirà un’infrastruttura in grado di rendere più rapida la copertura del territorio con la fibra ottica.

Come noto, la società di Enel si è posta l’obiettivo di cablare in cinque anni una larga fetta del territorio italia con una rete in fibra ottica in grado di raggiungere per persone sin dentro l’abitazione (FTTH). Rete che poi sarà affitata agli operatori che potranno utilizzarla per offrire connettività a banda ultralarga ai loro clienti. Tra chi ha già deciso di adottare la futura rete di Enel Open Fiber si menziona Vodafone, Wind Tre, Tiscali ed altri nomi importanti.

Nvidia GTX 1050 e GTX 1050 Ti arrivano sui portatili

Nvidia ha annunciato ufficialmente i chip grafici mobile GTX 1050 e GTX 1050 Ti. Specifiche molto simili alle controparti desktop per giocare in Full HD in mobilità.

 

Nvidia ha presentato ufficialmente le versioni mobile delle GPU GTX 1050 Ti e GTX 1050. I nuovi core grafici sono immediatamente disponibili in diversi portatili di Asus, Dell, HP, Lenovo, MSI e altri. In totale, secondo Nvidia, arriveranno sul mercato più di trenta prodotti con queste due nuove GPU entro il primo trimestre.

I nuovi chip mobile di Nvidia hanno, fondamentalmente, le stesse caratteristiche delle controparti desktop. In questo modo le due GPU riescono a gestire titoli a 1080P e 60 FPS.

 

GTX 1050 mobile GTX 1050 Ti mobile GTX 1050 desktop Desktop GTX 1050 Ti desktop
GPU GP107 GP107 GP107 GP107
CUDA Core 640 768 640 768
Streaming Multiprocessor 5 6 5 6
Texture Unit 40 48 40 48
ROPs 16 32 32 32
Base Clock 1354 MHz 1493 MHz 1354 MHz 1290 MHz
Boost Clock 1493 MHz 1620 MHz 1455 MHz 1392 MHz
Memoria – 2GB GDDR5 7Gbps
– 4GB GDDR5 7Gbps
– 2GB GDDR5 7Gbps
– 4GB GDDR5 7Gbps
2GB GDDR5 7Gbps 4GB GDDR5 7 Gbps
Bus 128 bit 128 bit 128 bit 128 bit
Bandwidth memoria totale 112 GB/s 112 GB/s 112 GB/s 112 GB/s
Texture Fill Rate 54,2 GT/s 71,7 GT/S 54,2 GT/s 61,9 GT/s

La GTX 1050 ha 640 CUDA core con frequenza base di 1354 MHz e 1493 MHz in GPU Boost. La frequenza base è al livello della controparte desktop, mentre la frequenza in GPU Boost sale di 38 MHz. Rispetto alla versione desktop c’è una sola differenza “tecnica”, nel numero delle ROPs: 16 unità anziché 32. Questa GPU può essere accompagnata da 2/4 GB di memoria GDDR5 a 7 Gbps, collegata al chip tramite un bus a 128 bit.

 

Enel Open Fiber e Anas per cablare 3.000 km di strade

Enel Open Fiber e Anas per cablare 3.000 km di strade

 

Anas ed Enel Open Fiber hanno siglato un accordo per la posa di fibra spenta su 3.000 km di strade. Sarà impiegata sia per il progetto Smart Road che per fornire connettività wholesale.

3.000 km di rete stradale Anas saranno dotati di fibra ottica per implementare connettività ultra-broadband sul territorio.Questo il frutto di un accordo tra Anas ed Enel Open Fiber, società partecipata da Enel e Cassa Depositi e Prestiti.

IL presidente dell’Anas e l’AD di Enel Open Fiber hanno firmato una convenzione – coerente con il Piano Strategico per la diffusione della connettività varato dal Governo – che sarà sottoposta agli altri operatori per abilitare servizi per il pubblico. Insomma, verrà profilata un’offerta all’ingrosso per tutti gli operatori TLC.

“La convenzione consente ad Anas la possibilità di realizzare le infrastrutture di rete in fibra ottica, anche per conto di OpEn Fiber, permettendo così di ridurre il digital divide”, ha dichiarato il Presidente di Anas Gianni Vittorio Armani. “La capillarità della rete stradale di Anas costituisce, infatti, elemento di forza e di attrazione di investimenti per gli operatori che potranno così promuovere una maggiore diffusione dell’accesso ai servizi internet based ad alta velocità in tutta Italia”.

Per la prima fase si parla della posa di 3000 km di fibra ottica spenta. “Il nostro approccio è di realizzare una rete quanto più pervasiva ed efficiente possibile. L’accordo con Anas va proprio in questa direzione”, ha aggiunto l’amministratore delegato di OpEn Fiber, Tommaso Pompei.

Ovviamente il progetto Anas-EOF sarà chiave anche per la diffusione della tecnologia “Smart Road” che consentirà di offrire servizi all’avanguardia, “basati sul dialogo veicolo-infrastruttura e veicolo-veicolo”.